A Pino Daniele




Se vibrare non posso più
tra le tue braccia,
voglio restare qui,
tra queste mura,
finestre spalancate sui sogni.

Qui,
oltre questo silenzio acerbo,
a guardare
vergini melodie e parole,
volteggiare

Qui,
dove orfana di te 
e del mio domani,
posso ancora sognare.


La tua Chitarra

4 commenti:

joy ha detto...

Appena ho letto che la poesia è dedicata a Pino Daniele, non ho potuto non entrare e leggerla. Inconsciamente sapevo che sarebbe stata una lettura piacevole e non mi sono sbagliata. Penso che un autore puro come lui, possa ispirare solo cose belle. Sei stata brava a mettere i pensieri in poesia e ti ringrazio per la delicatezza con cui hai trattato il tema senza mai scadere nel pietismo. Parole come "vibrare" e "melodie" evocano perfettamente il posto che Pino ha occupato e occuperà sempre nel panorama musicale italiano. Brava

gpaolocci ha detto...



gpaolocci
- 53 livello
Parole ricche di speranza piaciuta un saluto

Patty ha detto...

Brava Sira è sempre un piacere leggerti, un abbraccio; Patty

il 05/05/2015 alle 09:59

Rich ha detto...

rich
- 40 livello
piaciuta a rich, ciao